Roma festeggia i 60 anni di carriera di Gerardo Sacco con una medaglia celebrativa

Roma festeggia i 60 anni di carriera di Gerardo Sacco con una medaglia celebrativa

“Gerardo Sacco, un nome che evoca eleganza, creatività e maestria nell’arte orafa. Quest’anno, Gerardo raggiunge un importante traguardo professionale e di vita: 60 anni di attività nel mondo dell’oreficeria. Per celebrare questo straordinario anniversario il Comune di Roma per volontà di Alessandro Onorato Assessore ai Grandi eventi, Sport, Turismo e Moda, gli dedica il riconoscimento”.

È la motivazione con la quale è stata assegnata al maestro orafo una medaglia celebrativa dal Comune di Roma, in occasione di uno degli appuntamenti culturali più importanti e attesi nella città. Martedì sera, infatti, si è tenuta la cerimonia di premiazione della XVIIesima edizione del “Premio Margutta – La Via delle Arti”, ideato nel 2006 da Antonio Falanga, organizzato dalla General Manager Grazia Marino e prodotto da Spazio Margutta.

L’iniziativa quest’anno si è tenuta presso il Palazzo della Cancelleria ed è stata patrocinata dalla Regione Lazio, dal Comune di Roma e dall’Associazione Internazionale di Via Margutta. A condurre la serata la giornalista Cinzia Malvini. A realizzare i premi, anche quest’anno, è stato il maestro orafo Gerardo Sacco, che ha pensato ad una scultura ispirata ai due mascheroni della “Fontana degli Artisti” di Via Margutta. Un riconoscimento che viene assegnato alle personalità del mondo della cultura, dell’informazione e della creatività italiana che si sono distinte con la loro opera meritoria. Il maestro, però, mai si sarebbe aspettato di ricevere, in occasione del suo 60esimo anniversario professionale, questa sorpresa che lo ha sinceramente emozionato e che va ad aggiungersi al Leone d’Oro alla carriera.

Tornando al Premio Margutta quello per la sezione Moda è andato a Maurizio Marinella, presidente della storica maison napoletana. La scultura di Gerardo Sacco è stata consegnata anche a Gemma Meli dell’amministrazione del Patrimonio della sede Apostolica (sezione Arte), alla Banca del Fucino (Imprenditoria), per la sezione Imprenditoria, il premio andrà alla Banca del Fucino, Francesco Pannofino (Cinema), Marisa Laurito (Teatro), Daniele Cipriani (Danza), Giorgia Cardinaletti (Giornalismo), Beppe Convertini (Libri), Anna Pettinelli (Musica), Ingrid Muccitelli (Tv), Michelangelo Tommaso e Samanta Piccinetti (Ficton), Carmen Lasorella (Carriera), Zahir Gioielli (l’Italian Style), alla pasticceria di Pompei De Vivo e all’Accademia di Moda e Design Sitam di Lecce.

Presente alla kermesse anche Alessandro Onorato, assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda, salito sul palco insieme a Gerardo Sacco per consegnargli la medaglia celebrativa.“Questo – afferma il maestro – è un premio a cui tengo particolarmente, tornarci è incontrare tanti amici è sempre un’emozione speciale. E proprio in questa occasione ho voluto ricordare anche il maestro Franco Zeffirelli, al quale rimarrò legato per sempre al di là del tempo. Il riconoscimento del Comune di Roma, poi, mi ha lasciato senza fiato e non posso che essere grato alla città eterna che mi ha dato tanto, sia dal punto di vista umano che professionale”.