loading

La Scala

Se ripenso all’immensa emozione provata nel metter piede per la prima volta alla Scala mi vien da piangere!

Da Zeffirelli mi fu affidato l’incarico di realizzare i gioielli di scena per il Don Carlos. Era la prima volta che mi cimentavo nel teatro all’opera e dovetti fare i conti con dinamiche e tecniche completamente diverse da quelle cinematografiche.

Ero abituato alle dimensioni minute, che poi venivano zummate con la macchina da presa, adesso, invece, avrei dovuto creare gioielli diversi: grandi abbastanza, ma senza risultare eccessivi.

La cosa più emozionante è che disegnai i gioielli di quest’opera proprio nei laboratori della Scala di Milano!

Liberamente tratto dal libro “Sono Nessuno! Il mio lungo viaggio fra arte e vita. Gerardo Sacco, conversazione con Francesco Kostner”