loading

Il Riccio

Una delle cose più belle del mio lavoro è poter tessere rapporti e collaborazioni con artigiani della mia terra, unire le competenze e creare.

Come con i ceramisti di Seminara grazie ai quale è stato possibile avviare una proficua collaborazione, creando, fra gl’altri: “Il Riccio”, un simbolo propiziatore di fortuna e felicità.

È un oggetto molto particolare a in terracotta, con gli occhi, la bocca e gli aculei, da me ideati in argento, È diventato il premio di una importante rassegna musicale: “Fatti di Musica”, ideata e diretta dall’amico e grande professionista Ruggero Pegna.

Il Riccio d’Argento premia ogni anno i Migliori Live d’Autore ed è stato assegnato nelle varie edizioni ai Tiromancino, Carmen Consoli, Caparezza, Gianna Nannini, Francesco Renga, Subsonica, Max Gazzè, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Loredana Bertè, Eduardo De Crescenzo, Ezio Bosso. E ancora ha premiato grandi produzioni come il musical “I Promessi Sposi” e “Notre Dame de Paris” e star internazionali del calibro di Al Jarreau, James Tylor e Gilberto Gil…

Questi li ho detti tutti d’un fiato, ma… sono tanti e tanti ancora…

Liberamente tratto dal libro “Sono Nessuno! Il mio lungo viaggio fra arte e vita. Gerardo Sacco, conversazione con Francesco Kostner”